Premio alla carriera ONAS per gli Operatori del Settore suinicolo


Fossano (CN), Castello dei Principi d'Acaia (sec.XIV) Targhe d'argento 2001 Targhe d'argento 2012 Convegno Castello Acaja - Fossano 26 ottobre 2012 Convegno Castello Acaja Fossano - 26 ottobre 2012 Targhe d'argento 2012 Il Presidente ONAS Targhe d'argento 2013 Targhe d'argento 2014 Monastero di San Pietro in Lamosa (BS) Targa d'argento 2014 cat. B Macellatori a Francesco Lancini Targa d'argento 2014 cat. Promozione a Stelio Smotlak Targa d'argento 2014 cat. speciale Soci a Gabriele Sterni

L’ONAS Organizzazione Nazionale Assaggiatori Salumi ha istituito a partire dall’anno 2000, il Premio alla carriera per gli Operatori del settore suinicolo, riservato alle persone che abbiano dedicato la loro vita lavorativa ad allevare o macellare o trasformare o promuovere i prodotti derivati dall’allevamento dei suini. Il premio verrà consegnato ogni anno.

L’ ONAS ha ritenuto doveroso richiamare l’attenzione dei media e dell’opinione pubblica su un settore che impegna molto delle forze lavoro attive nel Cuneese ed in Piemonte, che è legato in modo molto stretto al territorio, in un momento in cui il consumatore richiede e pretende sempre più prodotti tradizionali e di cui si conosca la provenienza.

La Commissione appositamente nominata e costituita dai membri designati dalla Provincia e CCIAA di Cuneo, ONAS nel valutare i curricula dei candidati, inviati dalle Associazioni di categoria ha tenuto conto dei seguenti parametri:

  • Anzianità di servizio presso la stessa o più aziende nella specifica mansione di:
    • categoria A: Allevatori,
    • categoria B: Macellatori,
    • categoria C: Trasformatori,
    • categoria D: Operatori addetti alla Promozione
  • Specificità della mansione svolta con continuità anche presso aziende diverse
  • Professionalità dimostrata nel corso della vita lavorativa
  • Obiettivo di diffondere e far conoscere la suinicoltura e tutte le attività imprenditoriali da essa derivate e/o ad essa collegate
  • Formazione dei giovani
  • Conoscenza del territorio e rispetto delle peculiarità delle produzioni tradizionali